L'importanza di eseguire correttamente le compressioni toraciche

Un defibrillatore con aiuto nella RCP

L'importanza di eseguire una RCP di qualità

L'arresto cardiorespiratorio è un'interruzione improvvisa e inaspettata dell'attività elettrica e / o contrattile del cuore, potenzialmente reversibile, che richiede un trattamento precoce in quanto porta rapidamente alla morte della persona. Aggiornamento RCP durante la pandemia di COVID19 e varianti.


L'importanza della rianimazione cardiopolmonare


Ecco perché il riconoscimento precoce di questa situazione è essenziale per iniziare a svolgere il supporto vitale di base. Il supporto vitale di base è una serie di tecniche che intendono sostituire la funzione cardiaca e la funzionalità polmonare con mezzi di base come mani e bocca. È una serie di tecniche molto semplici che possono essere eseguite da qualsiasi tipo di persona, età e soprattutto che non richiedono conoscenze specifiche sulla salute. Le compressioni toraciche verranno eseguite con le mani e le aperture di salvataggio verranno eseguite con la bocca.

Manovre di rianimazione cardiopolmonare


Con queste semplici manovre, l'obiettivo è quello di mantenere manualmente la funzione contrattile del cuore al fine di mantenere la perfusione del sangue a livello cerebrale e coronarica e quindi mantenere questi organi ossigenati il ​​più a lungo possibile in modo che quando Arrivare il team medico di emergenza può ripristinare la frequenza cardiaca organizzata e ridurre le sequele neurologiche e cardiache e quindi la qualità della vita e il tasso di sopravvivenza.

In articoli precedenti la catena della sopravvivenza è già stata menzionata, anche se procederemo a spiegarlo brevemente per comprendere insieme il concetto.

La catena di sopravvivenza è una serie di quattro anelli necessari per la rianimazione.

1. In primo luogo è il riconoscimento precoce della situazione, al fine di valutare alcune situazioni che possono portare all'arresto cardiorespiratorio e agire il più rapidamente possibile.

2. Il secondo collegamento è la rianimazione cardiopolmonare da parte dei testimoni rapidamente. Per ogni minuto senza eseguire il massaggio cardiaco, la probabilità di sopravvivenza diminuisce del 10%. L'inizio precoce di queste compressioni può raddoppiare o quadruplicare questo tasso di sopravvivenza. In questo collegamento l'obiettivo è sostituire la funzione cardiaca.

3. La defibrillazione rapida è al terzo posto al fine di portare il cuore a un ritmo organizzato e quindi ripristinare la circolazione della persona colpita. Può avere tassi di sopravvivenza fino al 50-70%. Qui ha lo scopo di ripristinare la funzione cardiaca attraverso un trattamento elettrico.

Infine c'è il supporto vitale avanzato da parte del team di emergenza medica e il trasferimento in un utile centro sanitario che consente il recupero e il trattamento ottimali della persona che soffre di un arresto cardiorespiratorio. Questo collegamento ha lo scopo di ripristinare la funzione cardiaca attraverso il trattamento elettrico e farmacologico.

Seguendo la catena della sopravvivenza è essenziale che maggiore è il numero di persone che godono di queste conoscenze nel supporto vitale di base, meglio possiamo risolvere questo tipo di situazioni e con maggiori garanzie per la persona che subisce un arresto cardiorespiratorio.

 

Da quando attiviamo la catena di allerta di sopravvivenza della situazione che si sta verificando, fino all'arrivo dell'assistenza medica, ci può essere un periodo di circa 6-11 minuti a seconda della città in cui ci troviamo, questi minuti possono aumentare se ci troviamo in ambienti rurali. Per questo motivo è fondamentale che i testimoni che assistono ad un arresto cardiorespiratorio abbiano la conoscenza e una buona tecnica nell'esecuzione delle compressioni al fine di mantenere quel cuore “vivo” fino all'arrivo dell'aiuto definitivo. Si consiglia ad una persona adulta, non appena rileva di trovarsi in una situazione di arresto cardiorespiratorio, chiedere aiuto e senza perdere tempo inizi a fare il massaggio cardiaco.

Compressioni toraciche e possibilità di sopravvivenza


La spiegazione di questo è per il seguente, proprio in quel momento, il sangue dell'organismo che smette di essere ossigenato e dura diversi minuti come questo, da qui l'importanza di un massaggio di qualità, in modo che l'ossigeno possa continuare a raggiungere il cuore e cervello e può mantenere le loro funzioni senza danni alle loro strutture.

La tecnica corretta per eseguire le compressioni, secondo la Guida del Consiglio europeo per la rianimazione, indica che la persona deve essere su una superficie rigida e rivolta verso l'alto. La persona che esegue le compressioni dovrebbe essere posizionata sul lato della vittima. Dovresti scoprire il torace per individuare il punto di applicazione del massaggio cardiaco.

Il massaggio cardiaco verrà eseguito al centro del torace del paziente, nel terzo inferiore dello sterno, intrecciando le mani e con le braccia dritte ea 90 gradi rispetto al torace del paziente.

Come vengono eseguite correttamente le compressioni toraciche?

Per eseguire le manovre di RCP abbasseremo il peso del corpo sul torace del paziente, affondandolo tra 5-6 cm ad una frequenza di 100-120 compressioni al minuto. dopo ogni compressione è importante per una buona decompressione, in modo che il cuore possa essere completamente riempito di sangue. Evitare di ridurre le pause tra compressione e compressione per non più di 10 secondi.

Seguiremo una sequenza di 30 compressioni seguite da due prese d'aria di salvataggio. Continueremo questa tecnica fino a quando il paziente non otterrà segni di vita, il team di emergenza medica arriverà o fino a quando non saremo esauriti.

Defibrillatori intelligenti con indicazioni uditive "spingi più forte" 

Al momento esiste un modello di defibrillatore sul mercato, Zoll AED 3, che implementa un sistema chiamato "Real CPR Help", unico nel mercato dei defibrillatori. Ci consente di eseguire le compressioni toraciche nel modo più efficace, poiché comunica ai rianimatori se stanno eseguendo le compressioni con la profondità e la frequenza più efficaci. Offre indicazioni visive e uditive per premere di più o informarli quando eseguono compressioni corrette.

* Riferimenti (Monsieurs KG, Nolan JP, Bossaert LL, Grief R, Maconochie IK, Nikolaou NI, ecc. Raccomandazioni per la rianimazione 2015 dell'European Resuscitation Council (ERC). Rianimazione. 2015 ott [citato 23 dic 2019]; 95 : 1-80. Doi: 10.1016 / j.resuscitation. 2015.07.038.PUBMed PMID: 26477410.)


stampa   E-mail
Immagine

Installazione di defibrillatori esterni, manutenzione, pezzi di ricambio, riparazioni, addestramento e uso del defibrillatore, registrazione nelle comunità autonome.

Indirizzo:
Avda.de la Constitución 29 
28821 Coslada (Madrid)
telefono: + 34 911 250
E-mail: salvavidas@salvavidas.com

Mappa dove siamo