Tutti gli arresti cardiaci richiedono compressioni di qualità

Il messaggio è chiaro che la defibrillazione precoce salva la vita, chiunque con un minimo di allenamento potrebbe usare un defibrillatore automatico esterno (DAE) e se usato nei primi 3 minuti dopo un arresto cardiaco aumenta le possibilità di sopravvivenza di oltre lo 70% ( ERC 2015).

L'uso di un defibrillatore è molto semplice, ma è altrettanto facile realizzare compressioni di qualità, essendo queste fondamentali? Il defibrillatore che hai già acquisito o hai intenzione di acquisire ti aiuta davvero a fare compressioni di qualità? Parliamo oggi di compressioni toraciche di qualità!

Rianimazione cardiopolmonare di qualità (CPR)

Dopo un arresto cardiaco, chiama 112 e inizia la RCP, inizia con le compressioni toraciche, per far circolare il sangue attraverso organi vitali come reni, cervello e cuore. Le compressioni devono continuare fino all'arrivo del defibrillatore o dell'ambulanza.

Oltre a far circolare il sangue in tutto il corpo, cerchiamo di far circolare il sangue attraverso il nostro il cuore della vittima mantenere l'irrigazione in queste cellule cardiache con l'obiettivo di continuare a ricevere nutrienti e rimanere elettricamente attivi fino all'arrivo del defibrillatore.

Per ottenere compressioni di buona qualità o RCP di qualità devi comprimere con una frequenza tra 100-120 al minuto e una profondità di 5cm e non più di 6cm (questo a occhio è molto difficile se non hai pratica)

Quando arriva il defibrillatore automatico esterno (DAE)

Quando si posiziona il defibrillatore nel paziente, effettuerà una diagnosi ogni 2 minuti e potrebbero verificarsi ipotesi 2:

-Opzione A: Consigliare scosse elettriche (shock) e dirci di continuare con compressioni.

-Opzione B: Non avvisare le scosse elettriche e dirci di continuare con compressioni.

Come possiamo vedere, ci sono volte in cui non ci sono scosse elettriche perché il cuore della persona non ha un'aritmia caotica che richiede scosse elettriche. Tuttavia, ciò che è chiaro che Sia l'opzione A che l'opzione B devono eseguire compressioni di qualità.

Il defibrillatore ogni 2 minuti ritorna per fare una diagnosi alla ricerca del ritmo caotico da dare o meno, una scossa elettrica. Nel mezzo, dobbiamo continuare con compressioni toraciche di qualità Fino all'arrivo dell'amabulancia.

Possiamo concludere questo non tutti gli arresti cardiaci hanno inizialmente bisogno di scosse elettriche, ma hanno sempre bisogno compressioni toraciche di qualità (100-120 compressioni del ritmo al minuto e profondità di 5cm e non più di 6 cm)

Territorio cardioprotetto di Girona (studio del defibrillatore)

A Girona, recentemente a studio sull'uso dei defibrillatori negli spazi pubblici da 2011 fino a giugno di 2015. Sono state estratte informazioni complete da alcuni 188 dei defibrillatori 233 utilizzati. Nelle conclusioni, possiamo osservare che l'asistolia (ritmo non defibrillabile, che non ha bisogno di una scossa elettrica) era il ritmo che appariva maggiormente negli arresti cardiaci (42%), mentre l'23% dei ritmi era fibrillazione ventricolare, dove il defibrillatore Ha curato con successo metà dei pazienti che avevano un ritmo defibrillabile.

(Immagine estratta da http://www.revespcardiol.org)

Come possiamo vedere, nel 100% degli arresti cardiaci (188), devono essere eseguite compressioni toraciche di qualità. Pertanto, è importante che il defibrillatore non solo ci dica se scaricare o meno, ma anche guidarci attraverso l'intero processo di rianimazione cardiopolmonare, indicando il ritmo e la profondità appropriati (5cm e non più di 6cm)

Il defibrillatore indica la qualità delle compressioni?

Dal progetto del bagnino offriamo una vasta gamma di defibrillatori, incluso esclusivamente il defibrillatore Zoll, che hanno incorporato la tecnologia Real Help nel CPR e attraverso un dispositivo che si trova tra gli elettrodi, ci dice in tempo reale tramite messaggio vocale come stiamo facendo le compressioni toraciche assicurandoci di raggiungere quei 5cm e non più di 6 cm.

Avere un dispositivo che ci dice con messaggi vocali se stiamo facendo bene le compressioni è di grande aiuto nei momenti di stress emotivo. Con il defibrillatore Zoll, ci assicuriamo di rispettare adeguatamente le maglie della catena di sopravvivenza durante il processo di arresto cardiaco.

CPR e DEA salvano le famiglie. Dobbiamo iniziare a essere più esigenti quando si tratta di acquisire un defibrillatore e cercare quelli che ci forniscono un aiuto completo per i soccorritori non sanitari.

Quando si sceglie un defibrillatore, vedere se ti aiuterà davvero in tutti i casi di arresto cardiaco, sia l'opzione A che l'opzione B menzionata sopra. Se hai già un defibrillatore che non ha un aiuto per la RCP, lo offriamo in a piano di rinnovo per aggiornare il defibrillatore.

Chiedici preventivi su Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o chiamando 900 670 112 gratuitamente

Un grande abbraccio Bagnino!


stampa Posta elettronica