Aeroporti di Cardiosecure

Vicino a 50.000 si ferma cardiaco nel nostro territorio, con un tasso di sopravvivenza inferiore a 6%. In questo contesto, il tempo di risposta a queste eventualità è la chiave per la sopravvivenza del paziente e l'unico trattamento noto per invertire la maggior parte di queste emergenze mediche è l'uso dei defibrillatori DESA.

Nell'ultimo anno, il numero totale di passeggeri trasportati dagli aeroporti spagnoli è stato di 263,7 milioni, dati che aumentano ogni anno. Rispetto a 2017, questa cifra è cresciuta di quasi 6%.

I defibrillatori negli aeroporti garantiscono la cardioprotezione di tutti i passeggeri e lavoratori


Nel caso di un grande aeroporto come Adolfo Suarez Madrid - Barajas, passano circa 190.000. L'anno scorso ha spostato un totale di 57,89 milioni di viaggiatori. Mentre l'aeroporto di Barcellona - El Prat ha spostato 50,17 milioni di passeggeri.

La migliore soluzione per assistere rapidamente e in modo vitale quegli utenti che presentano un possibile arresto cardiorespiratorio è la cardiosecurezza di questi spazi. L'uso di defibrillatori semiautomatici e manovre di rianimazione CPR sono in grado di mantenere viva la vittima fino all'arrivo dei servizi di emergenza,

Attualmente, i defibrillatori sono dispositivi intelligenti, che dal momento dell'apertura del coperchio indicano i passaggi da seguire, quindi la semplicità del suo utilizzo significa che il personale non medico può gestirlo in modo sicuro ed efficace.

È essenziale che il personale dell'aeroporto sia addestrato al supporto vitale di base


Oltre al defibrillatore DESA, è richiesto negli aeroporti Formazioni nel supporto vitale di base a tutto il personale di terra dell'aeroporto. I lavoratori aeroportuali devono essere addestrati per prepararsi a un episodio di morte improvvisa, nella maggior parte dei casi sono i primi ad arrivare sul luogo dell'evento, la loro formazione è di base per poter amministrare una RCP in modo sicuro, tempestivo ed efficace, sia negli adulti, come bambini e neonati.

La localizzazione precoce dei defibrillatori è fondamentale per la sopravvivenza della vittima


È importante che i defibrillatori aeroportuali siano disponibili a chiunque, personale dell'aeroporto, agenti di sicurezza o viaggiatori.

Negli Stati Uniti, la sua implementazione è diffusa negli aeroporti. Ciò che si riflette in dati incredibili rispetto a quelli del nostro paese. Come abbiamo detto prima, in Spagna, il tasso di sopravvivenza per arresto cardiaco non raggiunge quasi lo 6%, mentre negli Stati Uniti viene raggiunto lo 50%.

Perché è tutto questo? Chiaramente alla cultura della cardiosecurezza che prevale in questo paese. Ricordiamo che un defibrillatore DEA è disponibile per tutti gli aeroporti del mondo.

All'aeroporto di Chicago, ad esempio, nei due anni precedenti, sono state registrate persone 21 con arresto cardiaco, 18 di queste con fibrillazione ventricolare. In 4 di questi casi, sfortunatamente il defibrillatore non era abbastanza vicino e non veniva usato nei primi minuti d'oro. Nessuna di queste persone è sopravvissuta. Mentre nel 10 dei pazienti che sono riusciti a uscire vivi, sono stati vivi e neurologicamente perfetti per un anno. Parliamo, quindi, di un tasso di sopravvivenza 56%. E anche molto importante, praticamente senza danni neurologici.

Infine, evidenzia l'importanza di manutenzione in questo tipo di apparato situato in luoghi con così tanto traffico di persone. Devono essere preparati in ogni momento per l'uso nel modo più efficace.

Insieme salviamo vite!

Per una vera cardiosicurezza nei nostri aeroporti!


stampa Posta elettronica