Giorno di rianimazione cardiopolmonare | Giornata europea della RCP

In ottobre 16, tutta l'Europa celebra con enfasi la giornata della RCP. Le malattie cardiovascolari sono in cima alle classifiche di morbilità e mortalità nel nostro continente. Successivamente raccogliamo i dati INE dell'anno 2017 con le cause di morte 15 più frequenti in Spagna. 

 

Morti della mappa dovuti a ischemia

Statistiche di mortalità in Spagna

Spesso queste malattie cardiache compaiono sotto forma di morte improvvisa, cioè sotto forma di arresto cardiaco improvviso e inaspettato in persone apparentemente sane. In questi casi, l'avvio immediato della rianimazione cardiopolmonare (RCP) può raddoppiare o quadruplicare la sopravvivenza della vittima, secondo l'European Resuscitation Council (ERC) nelle sue ultime raccomandazioni. pertanto, i testimoni oculari della morte improvvisa sono essenziali nella catena della sopravvivenza.

 

 

 

Come eseguire correttamente la RCP | Manovre di rianimazione cardiopolmonare


L'esecuzione della RCP è molto conveniente, possiamo salvare una vita con semplici manovre di rianimazione cardiopolmonare. Tuttavia, la paura di causare danni alla vittima può impedirci di agire. Questa è un'emozione normale in una reale situazione di emergenza medica a cui non siamo abituati. Pertanto, la giornata di ottobre 16 ha un'importanza speciale a livello sociale per sensibilizzare l'opinione pubblica. Essere consapevoli del fatto che stiamo affrontando un problema di salute pubblica ci fa aprire gli occhi. In questi casi, sapere come agire e che possiamo alleviare o gestire la CRP dai primi anelli della catena di sopravvivenza ci fa agire.

Messaggio di Heineken - Susana Lastras - Giornata mondiale della RCP

 


La misura più efficace contro la morte improvvisa è l'allenamento della RCP


La misura più semplice ed efficace di tutte contro la morte improvvisa è quella di educare la popolazione non sanitaria al supporto vitale di base (SVB), per ovvie ragioni dei tempi di reazione e dell'aumento dei tassi di sopravvivenza (e della qualità della vita dopo l'evento) , compresi anche motivi economici.

Fino a poco tempo fa, impartire formazione alla popolazione nelle manovre di RCP era un problema in sospeso. Fortunatamente, sempre più persone sanno come agire prima di una PCR (arresto cardiorespiratorio) e sono in grado di mantenere in vita la vittima fino all'arrivo dell'ambulanza o dei servizi sanitari medici. Ciò che rappresenta una sfida è l'implementazione di queste formazioni nella RCP in tenera età. Ci sono ottimi risultati nei progetti realizzati in Spagna che ci fanno sentire che è possibile. Il regio decreto (126 / 2014 di 28 febbraio) stabilisce l'insegnamento del primo soccorso nel curriculum di istruzione primaria di base. Tuttavia, c'è molto lavoro e molti sforzi per ottenere tutti gli studenti formati in CPR.

 

Defibrillatori DAE per migliorare il tasso di sopravvivenza alla RCP


Un'altra misura che migliora i tassi di sopravvivenza prima di una PCR di arresto cardiorespiratorio è l'installazione di defibrillatori automatici esterni (DAE) in luoghi pubblici al di fuori del campo sanitario. Sebbene l'attuale ignoranza sull'argomento sia evidente e diffusa, a poco a poco iniziamo a normalizzare la presenza di questi dispositivi in ​​luoghi di grande afflusso di persone, come aeroporti o centri commerciali. Un defibrillatore DEA completa la RCP e offre il trattamento completo necessario alla vittima in arresto cardiorespiratorio. Se con le compressioni toraciche della RCP forniamo la funzione meccanica del cuore, con il defibrillatore DEA intendiamo ripristinare la funzione elettrica.

 

Aziende consapevoli e dotate di defibrillatori DESA contro la morte improvvisa


Sempre più aziende, scuole, comunità di quartiere, associazioni e società sportive, tra le altre, decidono volontariamente di disporre di un defibrillatore DEA nelle proprie strutture o servizi forniti. Modelli di defibrillatore Zoll AED Plus e il Zoll AED 3 sono team di quarta generazione che integrano il supporto e aiutano alla RCP. Grazie a questa funzione, il rianimatore è sempre consapevole della qualità delle sue compressioni toraciche, in quanto il dispositivo DEA lo indica in tempo reale. Il defibrillatore Zoll AED 3 ha anche un sistema di memorizzazione statistica per gli episodi, in modo che dopo gli eventi, i rianimatori possano ottenere conclusioni e lezioni per futuri interventi.

 

Nel Progetto bagnino Abbiamo lavorato per molti anni per raggiungere questo obiettivo: creare consapevolezza e insegnare ai cittadini le manovre della RCP. Continueremo a combattere affinché la cardioprotezione in Spagna sia una realtà sempre più visibile e affinché chiunque possa imparare a salvare una vita.

 


stampa   E-mail